Con un alfabeto, infinite storie - Scuola Passaggi
Con 26 segni componiamo migliaia di parole, ma di parole ne basterebbero appena una manciata per costruire un infinito numero di storie. Tra le parole che conosci e le storie che crei, c’è il salto che non risponde più a nessun calcolo. C’è la mano dello scrittore, l’intreccio, il colpo di scena, i dialoghi, la lente d’ingrandimento sui personaggi, la costruzione di luoghi fisici e mentali, l’incastro della narrazione, l’utilizzo di un nuovo linguaggio che è quello della letteratura.

La scommessa di Scuola Passaggi

La scommessa di Scuola Passaggi è renderci padroni di questo linguaggio imprevedibile e senza paese, che mescola 26 segni con effetti incalcolabili e fornirci risorse e soluzioni per utilizzarlo come uno strumento di conoscenza attraverso il quale spingerci avanti nella scoperta del mondo.
La scommessa è munire ognuno del proprio personale manuale di seduzione letteraria, esercitare la destrezza nell’indossare i panni degli altri, assecondare lo stimolo della scrittura attraverso l’ignoto, migliorare le tecniche narrative restando attivi nei confronti del testo e riuscire ad avvicinarsi alla comprensione di qualcosa che non è chiaro, a quel grumo di caos che sono gli altri e che siamo noi stessi.
Per farlo, abbiamo pensato la nostra Scuola di Scrittura come un luogo di confronto e di condivisione tra chi pratica le tecniche della narrazione per professione – scrittori, editor, giornalisti – e chi ha la necessità, o la voglia, di apprenderle e di metterle in pratica per dar corpo a un proprio progetto di scrittura. Ed abbiamo pensato ad un percorso di studio ‘in crescendo’, che dalle basi della scrittura ci porti al testo scritto e compiuto.

Un corso su due livelli

Due livelli progressivi di studio – “Basi e Generi”, “Scrivere un libro” – e al completamento dei due livelli l’allievo riceverà il Diploma di Scuola Passaggi.
I corsi, che si svolgeranno in presenza a Pesaro e a Fano, nelle Marche, si avvarranno di dispense ed approfondimenti, letture dei grandi classici della letteratura e lectio magistralis, confronti con professionisti e laboratori, analisi di testi ed esercizi pratici, fino a perseguire l’obiettivo finale che sarà quello di applicare il linguaggio e le conoscenze acquisite, alla scrittura di un proprio racconto, romanzo o saggio.

Il primo livello: basi e generi

Nello specifico, il primo livello di studio incentrato su ‘basi e generi’ consentirà agli allievi di affinare l’uso dei ‘ferri del mestiere’ tra i quali la lingua, il ritmo e la misura dello scrivere, ma anche la costruzione dei personaggi, dell’ambientazione e dei dialoghi.
Un primo livello per capire dove andare a cercare una storia e da dove cominciare a darle una forma, mettendo a nudo la struttura del racconto ed esplorando tecniche e generi della narrazione, dal romanzo storico, al racconto di viaggio, dal poliziesco al distopico, solo per citarne alcuni, sempre in un confronto personale e diretto con docenti che praticano la scrittura per professione.

Il secondo livello: scrivere un libro

Con il secondo livello, su come ‘scrivere un libro’, si entrerà nel merito della redazione e della struttura vera e propria di un libro, affrontando elementi cardine come l’incipit, la scaletta, il montaggio, il finale, l’editing e sondando le possibilità della fiction, della non-fiction e della loro commistione.
Un’esperienza di studio che non sarà soltanto teorica, ma costruita sulla pratica dello scrivere: laboratori, esercizi mirati e revisioni metteranno gli allievi di fronte al loro foglio bianco con gli strumenti idonei per poterlo affrontare.
Il corso del secondo livello mira a rendere consapevoli gli allievi di quel che saranno riusciti a scrivere, perfezionarne la sinossi, redigerne un risvolto di copertina per presentarlo a esperti professionisti di importanti case editrici italiane.

La stesura finale del libro

Dalle basi alla stesura finale del libro, Scuola Passaggi si propone, quindi, di mettere a nudo la scrittura, ridurla all’essenziale, individuarne ossatura, nervi e legamenti, per familiarizzare con la sua struttura profonda e i meccanismi, le regole e gli incastri e restituire, infine, agli allievi il gusto di rivestirla con un proprio stile personale.
Al termine del corso, alla passione di scrivere si uniranno le competenze del mestiere e la capacità di adattare l’una e le altre ai diversi mondi espressivi.
Perché se scrivere è talento, imparare le tecniche della scrittura è dare al talento una possibilità: quella di realizzarsi a pieno e nel migliore dei modi.

Condividi